Il mito di Proserpina e la nascita dei papaveri

Com’è nato il papavero? C’è un bellissimo mito che racconta anche la nascita di questo fiore. Eccolo, da leggere ai bambini.

Proserpina era una fanciulla, figlia di due dei potenti: Giove, il re degli dei e dio del cielo, e Demetra, la dea della Terra e dei raccolti.
Di questa bellissima fanciulla si innamorò Plutone, il dio del mondo sotterraneo, e chiese a Giove il permesso di farne la sua sposa. Proserpina però non avrebbe mai acconsentito a lasciare la madre e le terre piene di luce in cui viveva per seguire Plutone sottoterra, lì dove non splende mai il sole. Perciò il dio la colse di sorpresa: un giorno in cui si era allontanata senza volerlo dalla madre e dalle compagne, emerse all’improvviso dalla terra su un carro tirato da quattro cavalli neri come la pece e la rapì.

Demetra cercò disperatamente la figlia, ma non la trovò. Decise perciò di recarsi alla casa del Sole, che vede tutto. Camminò per nove giorni e nove notti senza fermarsi un attimo; alla fine arrivò al palazzo lucente dove abitava il Sole.
Il Sole l’accolse con rispetto ed ebbe pietà delle sue sofferenze; le rivelò perciò quello che era accaduto, e che il rapimento era stato permesso da Giove in persona.

Demetra si disperò: come avrebbe fatto senza sua figlia? Ma soprattutto, come avrebbe fatto Proserpina a trascorrere tutto il suo tempo nel triste mondo sotterraneo? La dea, arrabbiata con Giove, escogitò un piano per riavere Proserpina presso di sé: rese arida la terra. I contadini, disperati, non riuscivano più a ottenere i raccolti e gli uomini rischiavano di morire di fame.
Giove allora, preoccupato, concesse a Proserpina di tornare sulla terra per sei mesi ogni anno; gli altri sei mesi li avrebbe trascorsi sottoterra, insieme al marito.

Demetra, finalmente felice, volle che tutta l’umanità potesse partecipare alla sua gioia e ordinò alla terra di coprirsi di fiori e di frutti. Ma per ricordare a Proserpina che, trascorso il periodo concordato, ha promesso di tornare da Plutone, al suo arrivo sbocciano i papaveri, che con il loro colore rosso acceso le ricordano l’amore del marito che l’aspetta nel mondo sotterraneo.

 

Trovi un’altra storia sulla nascita dei papavero anche a questo link:
La nascita del papavero

Trovi altre leggende legate ai fiori e alle piante anche a questi link:
La leggenda della rosa di Natale
La leggenda del mughetto
La leggenda del vischio

Trovi altri miti raccontati ai bambini a questi link:
Fetonte e il carro del Sole
Dedalo e Icaro
Teseo e il Minotauro
Aracne

Gli iscritti hanno ricevuto questa fiaba in formato PDF, da scaricare e stampare, allegata a una newsletter di noinonni.it. Unendola alle altre, possono così formare il libro delle fiabe e delle storie di NoiNonni®.
Per ricevere la newsletter, iscriviti cliccando su questo link: 
iscriviti-alla-newsletter-di-noinonni/
.
Se vuoi ricevere anche tu questa fiaba in formato PDF, scrivici a 
[email protected]: te la invieremo!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *