Noi Nonni

Una buona colazione aiuta il cuore

Una buona prima colazione protegge anche il nostro cuore. È questo il risultato di un recente studio i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of the American College of Cardiology.
E non si tratta solo del fatto che la colazione deve darci la carica per affrontare la giornata. Lo studio condotto negli Stati Uniti dimostra infatti che chi la salta o fa una colazione ridotta finisce con il mangiare di più negli altri pasti. E non solo ingerisce quindi più calorie, ma tende anche a bere più alcolici e a mangiare più spesso fuori casa, magari snack o comunque cibi non certo sani. Insomma, “recupera” quello che non ha mangiato a colazione, ma… con gli interessi! E questo aumenta la possibilità di avere valori alti di colesterolo, in particolare di quello “cattivo”, trigliceridi fuori posto e una pressione sanguigna alta.
Naturalmente, a patto di fare una buona prima colazione con carboifrati (pane, biscotti secchi), frutta, zuccheri, latticini… ma senza fritti o merendine ricche di grassi. E questo vale anche per i bambini, perché le buone abitudini sono importanti fin da piccoli!

Lo studio è stato condotto sul un campione di 4052 persone, nessuna delle quali aveva malattie vascolari, e divise in tre gruppi: quello di chi fa una colazione abbondante, quello di chi mangia solo qualcosina e quello di chi salta la colazione.
Ebbene, chi consuma una colazione abbondante arriva al pranzo meno affamato, e quindi tende a mangiare di meno e in modo più equilibrato.
E non basta ancora: chi salta il primo pasto della giornata va incontro più facilmente all’aumento di peso e al diabete, con tutti i rischi che questo comporta.

Ma come mai? Oltre al fatto che, semplicemente, saltando un pasto si mangia di più negli altri, compensando largamente le calorie “risparmiate”, c’è i fatto che il nostro orologio biologico fa sì che il consumo degli zuccheri sia più intenso la mattina, mentre rallenta di notte (per questo chi lavora di notte rischia più facilmente l’obesità).

Quindi, ok alla colazione, importante anche a soprattutto per i ragazzi, mentre un no deciso agli spuntini dopo cena, una “debolezza” che spesso ci concediamo quando siamo stanchi dopo la lunga giornata, come piccola coccola che ci sembra aiuti a riprenderci.

 

 

Contenuti suggeriti per te

Lascia un commento

*