Lo sfincione siciliano

sfincione-sicilianoAppartiene alla vasta famiglia delle pizze, e come tutte le pizze è… semplicemente irresistibile! Questa ricetta tipica della Sicilia, anzi in particolare di Palermo, ce la manda la nostra nonna Giovanna Ventimiglia, ma ci scrive che in realtà è della sua amica Caterina (vedete come si allargano le maglie di NoiNonni?  Viva la collaborazione!). Ecco come farlo.

Gli iscritti hanno ricevuto questa ricetta in formato PDF, da scaricare e stampare, allegata a una newsletter di noinonin.it. Unendola alle altre, possono così formare il libro di ricette di NoiNonni®.
Per ricevere la newsletter, iscriviti cliccando sul riquadro che trovi nella homepage oppure su questo link:  www.noinonni.it/iscriviti-alla-newsletter-di-noinonni
Se vuoi ricevere anche tu questa ricetta in formato PDF, scrivici a info.noinonni@gmail.com: te la invieremo!

Trovi altre ricette tipiche della cucina siciliana anche a questi link:
Le sarde a beccafico
La caponata alla palermitana

La pasta alla Norma
Le cassatelle siciliane
Il buccellato siciliano

Trovi altre ricette di focacce e pizze anche a questi link:
La focaccia barese
Facce da pizza
La pizza con la scarola
La focaccia pomodorini e olive nere con lievito madre

Ingredienti

  • 1 kg di farina di grano duro rimacinato
  • 50 g di lievito di birra
  • Una scodella da latte di acqua calda in cui sciogliere il lievito
  • 700 g di salsa di pomodoro
  • 500 g di cipolle
  • Un mazzetto di basilico
  • 250 g di provolone piccante (ma se ci sono i bambini, potete ripiegare su quello dolce)
  • 70 g di acciughe sotto’olio
  • Origano
  • Sale e olio extravergine di oliva
  • Pangrattato

Come si fa

  • Impastate in una ciotola con il coperchio la farina di grano duro rimacinato con 50 gr di lievito di birra precedentemente sciolto nella scodella di acqua tiepida. Salate e aggiungete l’acqua con il lievito pian piano fino a che l’impasto risulterà abbastanza morbido (la pasta deve essere elastica e “filare).
  • Chiudete con il coperchio la ciotola in cui avete impastato e lasciate lievitare per un’ora e mezza (dipende però dalla temperatura esterna: d’estate si fa prima).
  • Intanto preparate la salsa facendo cuocere il pomodoro con le cipolle tritate, il sale e il basilico. Quando le cipolle saranno morbide, frullate col frullatore a immersione.
  • Quando l’impasto è lievitato stendetelo nelle teglie precedentemente oleate, allargando la pasta con le mani unte di olio.
  • Tagliate il provolone piccante a tocchetti piuttosto grandi e infilateli qua e là nella pasta,
  • Spezzettate le acciughe sott’olio e infilatele qua e là nella pasta.
  • Distribuite la salsa di pomodoro e cipolle uniformemente sulla superficie della pasta.
  • Spolverizzate abbondantemente con il pangrattato e con l’origano.
  • Versate un filo d’olio su tutta la superficie dello sfincione e informate in forno a 220° finché la pasta sarà cotta e si sarà fatta una piacevole crosticina dorata.
  • Servite caldo, ma è anche molto buono a temperatura ambiente.Si può congelare, ma quando lo scongelate scaldatelo nel forno elettrico e non nel microonde. Non vi deluderà neanche da scongelato!

 

 

2 commenti su “Lo sfincione siciliano

  1. ATTENZIONE!!!
    Lo sfincione è solo Palermitano…..e non è possibile descrivere quanto è buono.

    Parola di palermitano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *