Il testamento dell’albero (Trilussa)

Una toccante poesia del poeta romano Trilussa da leggere ai bambini. A parlare è un albero che, giunto alla fine del suo ciclo vitale, fa testamento, cioè lascia  i suoi doni – i fiori, le foglie, il legno – agli altri esseri viventi. Una lezione di generosità!

Il testamento dell’albero

Un albero d’un bosco

chiamò gli uccelli e fece testamento.

Lascio i miei fiori al mare,

lascio le foglie al vento,

i frutti al sole e poi

tutti i semetti a voi,

a voi, poveri uccelli,

perché mi cantavate la canzone

della bella stagione…

E voglio che gli stecchi,

quando saranno secchi,

facciano il fuoco per i poverelli.

Gli iscritti hanno ricevuto questa poesia in formato PDF, da scaricare e stampare, allegata a una newsletter di noinonni.it. Unendola alle altre, possono così formare il libro delle poesie e delle filastrocche di NoiNonni®.

Per ricevere la newsletter, iscriviti cliccando su questo link: iscriviti-alla-newsletter-di-noinonni/
.
Se vuoi ricevere anche tu questa filastrocca in formato PDF, scrivici a info.noinonni@gmail.com: te la invieremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *