A Sarzana, per il festival della creatività

Un festival dedicato alla creatività? Certo, proprio così: si intitola Festival della mente e si svolge ormai da nove anni verso la fine dell’estate. A ospitarlo è Sarzana, nell’entroterra ligure ma già ai confini con la Toscana, una città di antica tradizione dominata dalla fortezza del Sarzanello, sorto su una vicina collina a controllare la valle del Magra.

Città sempre piacevole, Sarzana, ma che nella bella stagione si anima grazie a numerose manifestazioni: il Sarzana Opera Festival, mercatini dell’antiquariato, esibizioni estemporanee di pittori per le vie del borgo, la rievocazione storica con soldati vestiti in uniformi di epoca napoleonica…
Una delle più interessanti, e capace di richiamare numerosi visitatori, è proprio il Festival della mente, che quest’anno si svolge tra il 31 agosto e il 2 settembre.

Sono circa 90 gli incontri in programma, con filosofi, scienziati, scrittori, artisti, musicisti, psicoanalisti, storici, attori e registi che hanno avviato riflessioni originali sulla natura e sulle caratteristiche di una delle più apprezzate tra le capacità umane: la creatività, appunto. Un programma fittissimo quindi, con incontri, lezioni, spettacoli, concerti e workshop in cui si parlerà di scrittura, musica, scienze, storia, linguistica, psicoanalisi, filosofia, neuroscienze, arte, paesaggio, società, teatro, cibo, botanica e molto altro e in cui ogni relatore racconterà il suo lavoro e il suo approccio e metodo creativo, sempre con un linguaggio accessibile a tutti.

Il festival per i bambini e per i ragazzi

Naturalmente un festival dedicato alla creatività non poteva escludere i bambini e i ragazzi; anzi, proprio a loro è dedicato un “festival nel festival”, con 45 incontri (laboratori, workshop, spettacoli, cacce al tesoro…)realizzati per stimolare le menti e la creatività dei più piccoli, nell’idea che questa sia anche un’occasione di condivisione familiare, di dialogo e confronto stimolante tra le generazioni.

I laboratori sono condotti da nomi di grandissimo spicco: il pittore e disegnatore Tullio Pericoli propone una lezione di disegno solo per bambini dal titolo “Disegnare il naso”; Roberto Papetti, mastro giocattolaio e fondatore del Giocattolo-museo “Tintinnabula” di Ravenna, costruisce giocattoli con materiali insoliti; con la scrittrice Cosetta Zanotti ci si addentra nel mondo delle emozioni; l’illustratrice Allegra Agliardi tiene un laboratorio di disegno sull’autoritratto; i laboratori di biochimica a cura del Laboratorio di Sicurezza Alimentare  trattano invece di compostaggio, mentre nei due laboratori-gioco dedicati al mare e coordinati da Acquario di Genova – Costa Edutainment si scoprono le abitudini dei delfini e dei cetacei che vivono lungo le coste italiane e le specie di pesci meno conosciute.
Gli incontri si susseguono a un ritmo incalzante: il giornalista e scrittore Paolo Rumiz sarà la guida di una camminata verso la fortezza di Sarzanello; Antonella Commellato avvicinerà i bambini alla meditazione in forma di gioco, mentre un laboratorio sarà dedicato all’educazione alimentare, con lo chef-ricercatore Marco Bianchi (protagonista del programma televisivo Tesoro salviamo i ragazzi), che guiderà i bambini dai 5 ai 12 anni nella preparazione di merende salutari e appetitose.
Chi è appassionato di scienze potrà invece avvicinarsi ai misteri della meteorologia, oppure partire in un viaggio immaginario alla scoperta delle foreste, o ancora lasciarsi coinvolgere in un’avvincente caccia al tesoro con Enrico Maraffino, fisico impegnato da anni nella comunicazione scientifica, che metterà in scena anche lo spettacolo Spettri colorati e illusioni in bianco e nero.
E naturalmente non mancheranno gli spettacoli: i più piccini, a partire dai 4 anni, si divertiranno allo spettacolo di Massimo Mattarelli e Felicia Sumaranu, mentre per i più grandi, dai 9 anni in su, sono in programma uno spettacolo-incontro sulle avventure del mare con il documentarista e scrittore Folco Quilici e un incontro ludico con il filosofo della scienza Telmo Pievani e con Federico Taddia, giornalista e scrittore.

Informazioni: www.festivaldellamente.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *