Noi Nonni

Dove andare in gita con tutta la famiglia

Scopri le mete per gite, viaggi e visite in questa regione oppure selezionane un'altra dalla mappa qui sotto.

A Medicina, insieme al Barbarossa, per una splendida festa medievale

Tutto è cominciato con una serpe e… un imperatore! Era l’anno 1154 quando Federico I di Svevia, detto Barbarossa, arrivò a Medicina per liberarla dal dominio di Bologna. [Continua]

Il Museo Galileo di Firenze: un museo a misura di bambino

Un museo con un’importante tradizione storica, ma con un animo così giovane da conquistare anche i bambini. È il Museo Galileo e si trova a Firenze, in un imponente e antico palazzo proprio alle spalle degli Uffizi. È stato inaugurato nel 1930, ma è stato completamente rinnovato pochi anni fa e ha riaperto i battenti non solo in una veste completamente nuova, ma anche con tante attività pensate apposta per i bambini, per avvicinarli alla figura straordinaria di Galileo e, più in generale, al meraviglioso mondo della scienza. [Continua]

Il Palio del Daino: un tuffo nel Rinascimento

Avete mai visto impagliare i fiaschi? Lavorare una pelle di pecora per farne una pergamena? Posare un mosaico, tessera dopo tessera? O ancora, realizzare le splendide vetrate policrome di una chiesa? Sono solo alcuni degli antichi mestieri che tornano in vita a Mondaino (Rimini) ad agosto (quest’anno, tra il 16 e il 19) in occasione dell’annuale Palio del Daino. [Continua]

Le Grotte di Frasassi: meravigliose architetture sotterranee

Le Cascate del Niagara, i Giganti, il Castello della fatina, il Castello delle streghe, le Canne d’Organo… sono i nomi poetici con i quali gli speleologi hanno chiamato alcune delle più spettacolari formazioni che è possibile vedere nelle Grotte di Frasassi (Ancona), scenografia naturale nel cuore della Marche senza uguali in Europa. [Continua]

Le sfilate dei carri del Carnevale di Viareggio

Un Carnevale che ha quasi 150 anni, ma che… non li dimostra certo! Stiamo parlando del Carnevale di Viareggio (Lucca) e delle sue ormai famosissime sfilate di carri. Un Carnevale frizzante e scatenato nato nel 1873 e che da allora è cresciuto di anno in anno in partecipazione e popolarità. [Continua]

Il presepe di Greccio

Una grotta con una mangiatoia, un bue e un asinello, verso la quale accorrevano da ogni parte gli abitanti del contado: ecco il primo presepe, voluto da San Francesco a Greccio (Rieti) nel 1223 per rievocare con persone e animali la Natività di Betlemme.
In ricordo di questo avvenimento, in questo piccolo borgo medievale affacciato sulla Valle Reatina e adagiato  tra i boschi dei  monti Sabini si tiene ogni anno una rievocazione storica che riproduce con personaggi in costume e suggestive ambientazioni gli avvenimenti di quel lontano 1223. [Continua]

Lontre, squali, pinguini… benvenuti all’Acquario di Cattolica!

Le star più amate sono loro: le lontre dalle piccole unghie orientali, le più piccole del mondo, con il loro corpo affusolato, la folta pelliccia e il musetto vispo. Impossibile non innamorarsene; eppure, sono solo una delle tante specie che è possibile ammirare nel “percorso giallo” dell’Acquario d Cattolica (Rimini), il più grande dell’Adriatico. [Continua]

A Venezia, un Carnevale per grandi e bambini

Il Carnevale più famoso d’Italia? Certamente quello di Venezia, che ogni anno richiama in questa magica città frotte di turisti. Un Carnevale che ha origini antiche (pare risalga addirittura all’XI secolo) e in cui la città si animava di balli, musiche e burle mentre, grazie alle maschere e ai travestimenti, le differenze di ceto sociale venivano annullate. [Continua]

Fano, Carnevale con sfilate e dolcetti

Carnevale-di-Fano---PinocchioSecondo la leggenda, il Carnevale di Fano (Pesaro Urbino) è il frutto della riconciliazione di due delle famiglie più importanti della città, i Del Cassero e i Da’ Carignano, e risale al Medioevo. Le prime testimonianze scritte di questo Carnevale risalgono al 1347, ma veniva festeggiato anche prima e già nel 1450 comprendeva un palio tra asini e cavalli, al termine del quale il vincitore lanciava agli spettatori dei dolcetti al miele. Una tradizione che si è mantenuta nel tempo e che continua ancora oggi, con il lancio di caramelle e cioccolatini dai carri allegorici. [Continua]

Acireale, il Carnevale più famoso della Sicilia

In origine ad Acireale (Catania) il Carnevale non era festeggiato con sfilate di carri, ma con vere e proprie battaglie e base di uova marce e degli agrumi di cui è ricca la Sicilia. Ma già all’inizio del Seicento quest’usanza venne proibita, perché provocava feriti e danni.
Certo però non si smise di festeggiare il Carnevale; si trovarono dei modi più gentili per farlo. [Continua]