Noi Nonni

Torta di battesimo: idee e consigli per il dolce perfetto

Il sacramento del Battesimo è un momento fondamentale nella vita dei genitori. Che si tratti del primogenito o del secondo, terzo, quarto figlio poco importa: è un evento sempre gioioso, di festa ma allo stesso tempo carico di tensione ed emozioni intense.

Per le persone cristiane il battesimo, dal greco βάπτισμα che indica il gesto dell’immersione nell’acqua alla fonte battesimale, rappresenta la prima scelta importante che i genitori, in quanto tutori del minore, compiono per il proprio figlio. Significa inserire la propria prole all’interno della comunità cattolica, dando inizio a un cammino di fede e di incontro col Signore.
Al di là dell’emozione per questo importante rito religioso, i genitori sono spesso immersi in caotici preparativi, in parte paragonabili a un vero e proprio matrimonio! Questo perché, a seconda della provenienza geografica, alcune tradizioni italiane rispetto ad altre (si pensi ad esempio al sud Italia, ma non solo) riversano in questo giorno molte aspettative e sono molto attente che tutto sia perfetto nei minimi dettagli.

Tra la scelta del padrino e madrina, degli inviti, della location, del menu e quant’altro, ciò che vogliamo approfondire oggi con voi è la scelta della torta per il battesimo. Può sembrare un’operazione semplice, in realtà bisogna porre particolare attenzione a questa decisione in quanto rappresenta la fase conclusiva dell’intera giornata, che chiude con la sua dolcezza il primo evento sociale, e religioso, del neonato.

Naturalmente si tratta di un dolce a tema, in quanto la torta per il battesimo nasce per omaggiare proprio il festeggiato, e spesso viene scelta dalla madrina e dal padrino (oltre che dai genitori) come primo incarico da rivestire in questo importante quanto delicato ruolo a loro assegnato.

Vediamo allora insieme come scegliere la torta di battesimo. Innanzitutto, la maggior parte delle persone tende a scegliere un tema per il dolce, accompagnato dell’immancabile augurio e nome del bambino. Spesso le torte raffigurano dei piccoli piedi, una carrozzina, un orsetto. Altri optano per torte realistiche con un neonato che dorme; mentre altri ancora restano sul classico, puntando a decorazioni semplici e delicate come nastri o fiori, oppure col richiamo alla religiosità, quindi con croci o rosari. Qualunque sia il tema che si vuole scegliere, tuttavia, questo non può che essere imprescindibile dal sesso del festeggiato.

Battesimo: una torta tutta al femminile

Potrà sembrarvi un consiglio un po’ scontato quello del colore, d’altronde tutti sanno che nella nostra società il rosa richiama l’universo femminile. Tuttavia, è bene chiarire che bisogna rispettare la sobrietà dell’evento scegliendo sfumature tenui (no assolutamente a rosa sgargianti a effetto shock. È un battesimo, non un matrimonio gipsy!). Se il battesimo che state organizzando è per una dolce fanciulla ma non siete amanti del rosa, potrete comunque optare per colori pastello come il lilla, il giallo o il verde, anche abbinati tra loro.

In alternativa si può sempre decidere per il bianco, simbolo di purezza, eleganza e semplicità per eccellenza. Per quanto riguarda le decorazioni, particolarmente indicati per le torte da bimba sono i richiami floreali, soprattutto rose o margherite. Molto sobrie ed eleganti sono anche le soluzioni con decori a pois, nastri e fiocchi, o farfalle.

Battesimo: la torta per i maschietti

Se per le piccole donne è quasi scontata l’associazione col rosa, per i maschietti lo stesso avviene con l’azzurro. Ad ogni modo, vale lo stesso consiglio: sono da prediligere colori tenui, quindi niente blu puffo se non si vuole cadere nel pacchiano. Anche in questo caso, perfetto è l’abbinamento con il bianco o col blu e il verde (sempre in tonalità tenui). In riferimento alle decorazioni, invece, rappresentano una scelta elegante, semplice e di stile i temi a righe, con dei palloncini o con un papillon.

Molto gettonati sono anche i richiami al mondo dell’infante, come piccoli cubi, biberon, carrozzina, ciucci; così come i richiami al cattolicesimo, quindi croci o angioletti, entrambi indicati anche per la versione femminile.

Sacra dolcezza

In conclusione, non vi resta che sbizzarrirvi liberando la vostra fantasia per farvi realizzare una torta per battesimo di estrema eleganza, che racchiuda in sé la dolcezza che avvolge questo importante giorno con la sacralità dell’evento.

Naturalmente non dimenticate il gusto! Il dolce è il momento più atteso nelle feste: deve colpire l’occhio, inebriare l’olfatto e conquistare il palato. Come ogni dessert degno di questo nome, anche la torta per il battesimo deve rappresentare la nota conclusiva perfetta di un giorno altrettanto perfetto. A prescindere quindi che si tratti di una torta per un lui o una lei baby, l’estetica non deve mai andare a discapito del gusto.

La scelta migliore è puntare alle decorazioni in pasta di zucchero per la parte decorativa esterna, la quale permette di personalizzare il dolce secondo le vostre preferenze, mentre optare per un semplice pan di spagna all’interno, soffice e dal gusto delicato. Meglio evitare confetture o decorazioni alla panna che appesantiscono il dolce, dal momento che la pasta di zucchero dona già quella dolcezza necessaria.

Altro aspetto importante da tenere in considerazione riguarda la voluminosità della torta. Chiaramente va calibrata in base al numero di invitati, tuttavia è bene evitare torte con più di 2 piani che richiamano il matrimonio.

Noi vi abbiamo fornito tutto il nostro sapere, a voi non resta che ordinare il dolce perfetto per festeggiare al meglio il vostro cucciolo d’uomo (o donna) che da oggi sarà pronto ad accogliere il Signore nel suo cuore, dal quale riceverà amore e protezione. Tanti auguri per un Santo Battesimo!

Contenuti suggeriti per te

Lascia un commento

*