Il serpente di cartone

Pomeriggio noioso? Capita, certo, anche con la bella stagione. E allora, niente di meglio che organizzare un bel lavoretto da fare insieme ai bambini, come questo simpatico serpentello di cartone. Non ci vuole molto; e ci vuole ancora meno se avete a disposizione qualche interno di carta igienica (sono preziosi, per fare i lavoretti con i bambini!). Che ne dite? Cominciamo?

 Che cosa serve

  • 6 (o più) interni dei rotoli di carta igienica (in alternativa, basta del cartoncino bianco e del nastto adesivo)
  • Spago
  • Forbici
  • Tempere
  • Pennelli
  • Occhi adesivi
  • 1 pezzetto di cartoncino rosso
  • Colla

Come si fa

  • Se non avete a disposizione gli interni dei rotoli di carta igienica, dovete prima di tutto ritagliare dal cartoncino dei quadrati di 15 cm circa di lato e poi arrotolarli su se stessi, chiudendoli bene con del nastro adesivo. Altrimenti, potete saltare questa fase
  • Prima di tutto, praticate un buchino su due degli interni dei rotoli di carta igienica e due buchini in tutti gli altri.
  •  Con le tempere e i pennelli, dipingete tutta la superficie esterna dei rotoli (o dei cilindri che avete fatto con il cartoncino). Diluite il colore in un piatto di carta, fino ad ottenere la tinta desiderata, e ricordatevi di coprire bene il piano di lavoro e di mettere un grembiulino ai bambini, per evitare di trovare macchie dappertutto.
  • Lasciate asciugare bene il colore.
  • Fate passare lo spago ei buchini che avete praticato, iniziando da uno dei rotoli in cui ne avete fatto uno solo e finendo con l’altro. Fissate bene lo spago all’inizio e alla fine del serpente, facendo un bel nodo.
  • E ora, non vi resta che completare il serpente con gli occhi adesivi e con la linguetta, ritagliata nel cartoncino rosso e fissata con una goccia di colla.

 

Trovi altri lavoretti da fare con i rotoli di carta igienica anche a questi link:
I pesci con i rotoli di carta igienica
Tante casette di carta
Le macchinine con materiali di riciclo
La pecorella di cartone e ovatta
Un prato con gli interni dei rotoli di carta igienica
L’albero dei gufi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.