La paella ai frutti di mare

© Toniflap | Dreamstime.com - Paella Photo
© Toniflap | Dreamstime.com – Paella Photo

Nata come un piatto della cucina contadina, a base di verdura, pollo e naturalmente riso, la paella è oggi una della specialità più note e diffuse della cucina spagnola. Il suo nome deriva dalla parola latina “patella”, che designava il largo recipiente di ferro con due manici in cui è ancora oggi preparata.

Ormai ne esistono diverse versioni; la più ricca è quella che vi proponiamo, a base di vari tipi di pesce. Cucinarla non è difficile… seguendo queste indicazioni!

Trovi un’altra ricetta tipica della cucina spagnola a questo link:
La tortilla

Gli iscritti hanno ricevuto questa ricetta in formato PDF, da scaricare e stampare, allegata a una newsletter di noinonni.it. Unendola alle altre, possono così formare il libro di ricette di NoiNonni®.
Per ricevere la newsletter, iscriviti cliccando questo link: iscriviti-alla-newsletter-di-noinonni
Se vuoi ricevere anche tu questa ricetta in formato PDF, scrivici a info@noinonni.it: te la invieremo!

Ingredienti

  • 150 g di calamari
  • 150 g di seppie
  • 100 g di gamberetti
  • 8 scampi
  • una ventina di vongole e altrettante cozze
  • un peperone dolce
  • 250 g di piselli (anche surgelati)
  • 600 g di riso per risotti
  • 8 cucchiai di passata di pomodori
  • due bustine di zafferano
  • 2 spicchi di aglio
  • olio extravergine di oliva
  • 1 litro circa di brodo vegetale
  • peperoncino rosso piccante (se piace, e se non ci sono bambini)

Come si fa

  • Pulite le seppie e i calamari e tagliateli a dadini.
  • Nella tipica padella da paella scaldate circa 8 cucchiai di olio con i due spicchi di aglio e rosolateci per qualche minuto gli scampi e i gamberetti. Quindi toglieteli e lasciateli in caldo.
  • Nella stessa padella mettete a rosolare calamari e seppie e fateli soffriggere un po’.
  • Aggiungete il pomodoro e lasciate cuocere qualche minuto. Nel frattempo pulite e tagliate a pezzetti il peperone dolce. Quindi versate nella padella anche il peperone dolce, i piselli e il peperoncino (facoltativo).
  • Togliete gli spicchi d’aglio e versate il riso, mescolando in modo che si insaporisca bene con i condimenti.
  • Versate ora il brodo caldo (deve essere circa il doppio del volume del riso) e fate cuocere per 7-8 minuti.
  • Nel frattempo in un’altra padella fate aprire le vongole e le cozze, ben lavate e raschiate.
  • Dopo dieci minuti aggiungete al riso lo zafferano e i gamberetti e continuate la cottura per altri 5 minuti.
  • Infine aggiungete anche gli scampi, le vongole e le cozze e portate il riso a cottura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *