A Carpi, una mostra per giocare e scoprire il mondo della scienza

“Il gioco è l’elemento che crea la cultura umana”. La citazione è di Huizinga (Homo Ludens) mette in luce la centralità del gioco, nelle sue componenti anche di scoperta e di esplorazione della realtà, e ben introduce la mostra“La scienza in altalena”, ispirata all’omonimo libro edito da Editoriale Scienza, che verrà inaugurata a Carpi (Modena) domenica 15 aprile.

Una mostra che nasce dalla consapevolezza che il bambino impara giocando, e che gli strumenti a sua disposizione sono i cinque sensi, attraverso i quali sperimenta la realtà che lo circonda, arrivando a manipolarla, a creare e ad apprendere i principi della scienza in base ai funzionamento di molti giocattoli.

Non giocattoli qualsiasi, però; i giocattoli di “La scienza in altalena” sono costruiti con materiali poveri di recupero, sono facilmente riproducibili e sono fatti apposta per accendere la fantasia e la curiosità dei bambini. Volete mettere la meraviglia di scoprire un caleidoscopio, con le sue colorate forme che cambiano a ogni piccolo movimento? Vedere il movimento di un aliante che plana? Sperimentare il funzionamento di un sommergibile? O scoprire il principio della trottola, giocare con l’omino equilibrista o cimentarsi con il tangram ovale? E si potrebbe continuare…

I giocattoli naturalmente non sono scelti a caso, ma sono suddivisi in diverse sezioni, che hanno naturalmente tutte a che fare con la scienza: vedere; sentire; aria e acqua; forze, equilibrio e movimento. Poi, a completarla, ci sono i giochi matematici: un modo di mettere alla prova logica, intuito e abilità del bambini (ma anche di noi adulti)  con una serie di quesiti che riguardano alcuni principi e formule matematiche.

La mostra, che nasce da un progetto curato dalla Casa delle Arti e del Gioco (Drizzona), da Editoriale Scienza (Trieste) e dal Centro “La Lucertola” (Ravenna), non è solo da vedere e da sperimentare a casa costruendo i giocattoli esposti con la guida, chiara e dettagliata, del libro, ma anche da vivere partecipando alle attività e ai laboratori proposti. Si parte proprio domenica 15 aprile quando, dopo l’inaugurazione, il matematico Furio Honsell  terrà in incontro sulla Matematica divertente nella vita quotidiana, aperto ai bambini dagli 8 anni. E si continua nei giorni successivi:
mercoledì 18 e giovedì 19 aprile con Mani in alto!, un laboratorio di costruzione di cerbottane e proiettili di carta;
sabato 21 aprile con Il gioco di Miau & Bau;
martedì 24 e giovedì 26 aprile con Ho fatto splash, un laboratorio per realizzare “scientifici” giochi d’acqua;
mercoledì 2 e giovedì 3 maggio con Eppur non cade, giochi d’equilibrio e non solo;
sabato 5 maggio con Gioca la scienza, esperimenti di idraulica e ventilazione a cura di Roberto Papetti, l’autore dei giocattoli esposti.
E, per tutti, c’è la ludoteca, aperta il mercoledì per bambini dai 7 anni e il giovedì per genitori, nonni, zii… e bambini dai 4 anni.

 Informazioni e iscrizioni: Il castello dei ragazzi, Palazzo dei pio, Piazza Martiri 59, 41012 Carpi (MO)
tel 059/649983 – castellodeiragazzi@carpidiem.it – www.castellodeiragazzi.it

La mostra resterà aperta fino al 20 maggio.

 

 

 

 

 

per adulti, famiglie e bambini dagli 8 anni a iscrizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *