Tartufi a misura di… bambini!

Fiera-del-tartufo-AlbaSi apre ad Alba (Cuneo) l’ormai storica Fiera del tartufo bianco, che giunge quest’anno all’85° edizione e che attira ogni anno nella cittadina piemontese migliaia di turisti da ogni parte del mondo.
Una fiera che ruota intorno ai due prodotti principali di questa terra, il tartufo appunto e i vini pregiati delle sue colline, ma che è anche una grande festa dove si rinnovano le tradizioni del territorio.
Tradizioni come il divertentissimo Palio degli asini (in programma il 4 ottobre), preceduto dalla sfilata in costume, il palio-asini-albaBaccanale del Tartufo (17 ottobre), una serata di festa dal sapore antico (con degustazioni della prelibata cucina locale) o il Festival della bandiera (25 ottobre), una vera e propria competizione tra sbandieratori con esibizioni di singoli, coppie ed elaborate coreografie.

Con i bambini, già questi sono appuntamenti da non perdere. Quest’anno però gli organizzatori della Fiera del tartufo hanno pensato proprio ai più piccoli, dedicando a loro uno spazio di gioco e meraviglia: Alba Truffle Bimbi.
Per tutta la durata della Fiera, dal 10 ottobre al 15 novembre, nel Palazzo Mostre e Congressi “Giacomo  Morra” sarà allestita un’area ludico-didattica dove, attraverso il gioco, i bambini potranno conoscere il tartufo e il suo territorio d’origine.

Per i più piccini, nell’area ci sarà un angolo per il parcheggio del passeggini e una zona per i bebè con fasciatoio, scalda biberon e angolo per allattamento.
Alba-Truffle-BimbiMa saranno i più grandicelli a trovare davvero qui tante proposte a loro misura. Per esempio un’area agility, in cui scopriranno molti aspetti del “lavoro” dei cani da tartufo, i veri protagonisti della ricerca, oppure un’area Gioco legno dove potranno giocare con balocchi come quelli di un tempo, realizzati da abili artigiani o ancora un’area laboratorio dove potranno cimentarsi nella realizzazione di piccoli oggetti di legno e di carta.
E per le famiglie verrà allestita una piccola piazzetta, luogo simbolo dei paesini di Langhe e Roero, dove genitori, nonni e accompagnatori (e anche i fratellini troppo piccoli per poter partecipare ai giochi) potranno trovare un angolo di relax in attesa di chi è impegnato nel “duro lavoro” del gioco.

Ma non basta. Ai bambini è dedicata anche l’attività Mani in pasta, condotta dallo chef Diego Bongiovanni: ogni domenica a partire dalle 16,00, sempre nei locali del Palazzo Mostre e Congressi, potranno diventare gli apprendisti dello chef Bongiovanni, con il quale realizzeranno ricette che seguono la stagionalità dei prodotti della terra, per imparare i principi di una corretta alimentazione secondo le tradizioni della cucina regionale italiana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.