Un safari sulla costa romagnola

safari-ravenna-leoniDov’è possibile vedere leoni, tigri, ippopotami, giraffe e tanti altri animali esotici che vivono in liberà? No, non bisogna andare troppo lontano; o almeno, meno lontano di quanto immaginiate. Basta arrivare al Safari di Ravenna, dove c’è un giardino zoologico innovativo e all’avanguardia a livello europeo che ospita 450 animali di 40 specie diverse, la maggior parte dei quali in assoluta libertà.

Sorto su un’area di 450.000 metri quadrati, il Safari è stato costruito con un occhio attentissimo all’impatto ambientale. Ha perciò, per esempio, un reticolo di canali che consente la raccolta e la depurazione, che viene per il Parco stesso; pannelli fotovoltaici nei parcheggi che coprono non solo le esigenze del parco, ma vengono anche cedute alla città; strutture tutte costruite in legno e quindi facilmente rimovibili…

safari-ravenna-mappaMa la particolarità del Safari di Ravenna sta nella sua filosofia di fondo. Nato su ispirazione del famoso etologo Giorgio Celli, il Safari vuole essere non solo un luogo nel quale gli animali possono trovare rifugio e cure e che possa tutelare e specie in via di estinzione, ma anche – anzi, soprattutto – un luogo di incontro e di conoscenza tra gli uomini egli animali che gli sono compagni nella vita su questo nostro pianeta.
Per questo, una visita al Safari è particolarmente costruttiva, per noi ma anche per i nostri bambini. Ed è possibile visitarlo in diversi modi: in automobile, naturalmente, ma anche in macchina elettrica o in trenino. La visita in trenino è articolar mete coinvolgente per i bambini: si tratta infatti di un percorso con una guida che descrive le diverse specie e permette ai visitatori di offrire agli erbivori più mansueti, in totale sicurezza, frutta e verdura fornite dal parco. E quando questi animali lo permettono, di loro iniziativa e senza nessuna costrizione, è possibile anche accarezzarli.

safari-ravenna-cerviMa il Safari di Ravenna non ospita solo animali selvatici. Nell’area “Animal docet” (un’espressione latina che significa “l’animale insegna”), percorribile in trenino oppure a piedi, ci sono anche gli animali domestici con le tipiche specie della fattoria: l’asinello, le capre, le pecore, i pony…

E poi il Safari di Ravenna ha anche un’ampia offerta di attività per le scuole, con percorsi di visita studiati apposta perche i bambini possano imparare attraverso l’osservazione diretta, l’informazione e il gioco. Quindi, se le maestre dei vostri nipotini cercano un’idea per una gita scolastica divertente e istruttiva, potete suggerire loro di portare i bambini qui!

Informazioni: www.safariravenna.it

In Italia è possibile fare un altro Safari, per ammirare animali in libertà, anche a Fasano. Trovi informazini su questo parco al seguente link:
Un safari in Puglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.