Il Museo delle Alpi al Forte di Bard

Una poderosa fortezza posta all’imbocco della Valle d’Aosta, a sbarrare l’accesso alla valle: è questo il Forte di Bard, un perfetto esempio di architettura militare del XIX secolo e una delle  fortificazioni meglio conservate della zona. Fu costruito tra il 1830 e il 1838 al posto di un castello distrutto dalle truppe francesi guidate da Napoleone durante la campagna in Italia. Oggi, è un importante centro culturale che ospita un modernissimo museo dedicato alle Alpi, oltre a mostre, concerti e spettacoli che si susseguono durante tutta l’estate.
Il complesso, che comprende complessivamente ben 283 ambienti, si sviluppa su tre corpi distinti posti a diversi livelli, tra i 400 e i 467 metri. In basso c’è l’Opera Ferdinando (non visitabile), a forma di tenaglia, che ha alle spalle due edifici (l’Opera Mortai e la polveriera) dove si svolgono i laboratori didattici.

Le Alpi dei Ragazzi

Il corpo centrale del forte è costituito dall’Opera Vittorio, che ospita Le Alpi dei Ragazzi, un percorso interattivo di avvicinamento all’alpinismo dedicato ai più giovani che, formando delle cordate, si cimenteranno in un’ascensione virtuale al Monte Bianco.
In questo modo, attraverso un gioco, apprenderanno una pratica responsabile dell’alpinismo e impareranno a rispettare l’ambiente alpino e a capire in che modo bisogna comportarsi per preservare le queste meravigliose montagne.

Il Museo delle Alpi

museo-delle-alpi-forte-di-bardIn cima al Forte si erge un’imponente cinta muraria che racchiude l’Opera di Gola, posta a difesa del lato sud, e l’Opera Carlo Alberto, con il grande cortile quadrangolare della Piazza d’Armi, circondato da porticati su cui si affacciano gli spazi dedicati alle mostre temporanee.
forte-di-bard-museo-delle-alpiÈ questo il cuore del forte ed proprio qui, al primo piano dell’Opera  Carlo Alberto, che si trova il Museo delle Alpi.

Ascensori di cristallo

Vi si accede grazie ad avveniristici ascensori di cristallo che dal borgo medievale di Bard, ai piedi della rocca, salgono fino in cima, e che regalano una vista suggestiva sul forte e sulla valle, preparando il visitatore a un museo del tutto innovativo, che racconta una montagna “vissuta” e trasformata dalla mano dell’uomo e in cui suoni, video e proiezioni accompagnano lungo un viaggio di esplorazione da vivere in prima persona e non solo da osservare.

Quattro sezioni


interno-museo-delle-alpi-forte-di-bard
Il Museo è diviso in quattro sezioni: si parte con il paesaggio alpino contemporaneo, seguito da sale in cui  si esaminano le principali componenti naturali e umane dell’ambiente montano, per arrivare alla presentazione della civiltà alpinain tutti i suoi aspetti, dagli oggetti della vita quotidiana alle feste e alle leggende, per finire con latrasformazione della montagna nell’epoca moderna.

Informazioni: Associazione Forte di Bard, tel. 0125-83.38.11 oppure 0125-80.98.11- www.fortedibard.it

 

 

 

1 commento su “Il Museo delle Alpi al Forte di Bard

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *