La pasta alla Norma

Un trionfo di sapori per questa ricetta tipica siciliana, creata a Catania come omaggio al più celebre compositore della città, Vincenzo Bellini, e alla sua Norma.
Gli ingredienti di questo piatto sono semplici, ma per garantirne la perfetta riuscita bisogna che siano freschissimi.
Qui vi diamo non la ricetta originale, che prevede l’uso della ricotta salata siciliana, ma una variante (molto apprezzata nella nostra famiglia) si fa usando pezzetti di mozzarella, che si sciolgono leggermente con il calore della pasta. Una bontà!

Gli iscritti hanno ricevuto questa ricetta in formato PDF, da scaricare e stampare, allegata a una newsletter di noinonni.it. Unendola alle altre alle altre, a poco a poco avrà così il libro completo delle ricette di NoiNonni®!
Per ricevere la newsletter, basta iscriversi cliccando su questo link: iscriviti-alla-newsletter-di-noinonni
Se volete ricevere anche voi questa ricetta in formato PDF, scriveteci all’indirizzo mail [email protected]: ve la invieremo!

Se amate le melanzane, trovate altre ricette con questo versatile ortaggio a questi link:
Le melanzane a funghetto
La caponata alla palermitana
Le cotolette di melanzane imbottite
La parmigiana di melanzane
La pasta con zucchine e melanzane

Le polpette di melanzane
Le melanzane ripiene di carne

Le barchette di melanzane ripiene di riso
Il timballo di pasta e melanzane
Le melanzane alla quaglia

Trovate altre ricette tipiche della cucina siciliana anche a questi link:
Lo sfincione siciliano
Le sarde a beccafico
La caponata alla palermitana

Le cassatelle siciliane
Il buccellato siciliano

Ingredienti

(per 4 persone)

  • 400 g di penne rigate (o di un altro tipo di pasta corta)
  • 2 melanzane. Meglio scegliere quelle allungate con la buccia scura
  • Una scatola di pomodori pelati in pezzi
  • 2 spicchi d’aglio
  • Olio extravergine di oliva (4 cucchiai circa)
  • Olio per friggere
  • Un ciuffetto di basilico
  • Sale (fino e grosso)
  • 200 g di ricotta salata

Come si fa

  • Tagliate le melanzane a pezzetti lunghi circa 3 cm e larghi 2 e mettetele in uno scolapasta cospargendole di sale grosso. Mettete un piatto sotto lo scolapasta (servirà a raccogliere il liquido di vegetazione), copritelo con un coperchio e mettete sopra un peso, lasciando così per un’oretta.
  • Intanto, preparate il sugo. Mettete in un tegame l’olio extravergine con gli spicchi d’aglio; quando l’aglio comincerà a dorare, aggiungete i pomodori in pezzi e lasciate cuocere il tutto a fuoco molto dolce rimestando di tanto in tanto, finché i pomodori non si spappoleranno. Alla fine, aggiungete qualche foglia di basilico.
  • Ora procedete con le melanzane. Sciacquatele sotto l’acqua corrente, scolatele e asciugatele bene con la carta da cucina.
  • Mettete sul fuoco una padella con l’olio per frittura (può essere di oliva, ma anche di arachidi) e quando sarà caldo (ma non bollente) friggete le melanzane poco per volta, portandole e un bel colore dorato.
  • Via via che sono cotte, tiratele su con una schiumarola e adagiatele in un piatto con della carta da cucina, in modo da far loro perdere parte dell’olio.
  • Aggiungete le melanzane al sugo di pomodoro e aggiustate di sale.
  • Grattugiate la ricotta salata usando una grattugia a grana grossa.
  • Fate cuocere la pasta scolandola al dente. Poi, fatela saltare per qualche minuto in padella con il sugo per insaporirla bene.
  • Alla fine, spolverizzatela con la ricotta salata e aggiungete qualche foglia di basilico.

4 commenti su “La pasta alla Norma

    1. Grazie per la precisazione, Loretta. Proveremo a farla anche così. La ricetta che ho pubblicato è quella della mia mamma, che però era napoletana.
      Grazie ancora e a presto
      Annalisa Pomilio
      Redazione di noinonni.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *