Noi Nonni

Giocattoli? Impariamo a tener d’occhio la sicurezza!

Natale si avvicina, e noi nonni siamo più che mai in prima linea nel preparare la festa, e naturalmente anche per i regali. E per i bambini, quale regalo può mai portare Babbo Natale, se non un giocattolo? Nell’acquisto però dobbiamo stare attenti alla sicurezza, perché con i bambini…. non si scherza!
Ecco allora alcune fondamentali linee-guida dell’UL e dell’IISG (Istituto Italiano Sicurezza Giocattoli), utilissime per le nostre scelte, a Natale… ma non solo!

 

Che significa sicurezza?

Sicurezza significa saper prevedere i pericoli a cui il bambino va incontro. Certo, il bambino può cadere, battere… e insomma, farsi male in tutti in mille modi (anche creativi!) che noi nonni conosciamo così bene, e naturalmente non possiamo farlo crescere sotto una campana di vetro continuando a metterlo in guardia.
Dobbiamo però  essere sicuri che i giocattoli che mettiamo loro in mano non rilascino sostanze tossiche, che non abbiano bordi taglienti o appuntii o che nob li formino facilmente se si rompano, che non si smontino facilmente in piccole parti che il bambino più ingoiare, che non abbiamo cavità dove le dita dei bimbi possano restare incastrate… Insomma, i pericoli sono tanti, e noiadulti dobbiamo vegliare per allontanarli il più possibile.

Non possiamo prevedere tutte le infinite possibilità di usare “creativamente” un giocattolo che possono escogitare i nostri diavoletti, ma fortunatamente c’è chi lo fa per noi. Per questo è importante, nell’acquisto, che controlliamo sempre i simboli impressi sulla confezione, e che ci dicono la fascia d’età per la quale è adatto quel prodotto.

Quali sono i test a cui vengono sottoposti i giocattoli?

Ogni giocattolo prima di essere immesso sul mercato e per poter avere le certificazioni necessarie, deve essere sottoposto a diversi test.
Prima di tutto, un team di psicologi stabilisce a quale fascia d’età è adatto il gioco.
Dopo di che si passa ai test tecnici: prove meccaniche, per controllare che non abbia bordi taglienti o punte affilate, che non si stacchino parti che potrebbero ferire o essere ingerite dal bambino; analisi chimiche per verificare che i materiali di cui è fatto (ma anche i collanti, le vernici…) non siano pericolosi; le prove elettriche, in particolare per i giochi che hanno parti elettriche; prove di infiammabilità, per essere certi che la fiamma eventualmente appiccata accidentalmente non si propaghi con troppa rapidità…
Ma sono previsti controlli anche durante la fase di produzione, per assicurarsi che i giocattoli siano sempre conformi agli standard di sicurezza imposti dalla legge.

Come scegliere giocattoli sicuri?

Ma allora, come scegliere giocattoli sicuri per i nostro bambini? L’importante è guardare bene la confezione e leggere sempre l’etichetta.
Ecco che cosa bisogna guardare:

  • il marchio CE, che significa conforme alle norme europee, ma che il produttore spesso attesta attraverso un’autocertificazione;
  • il nome del produttore e dell’importatore (o distributore): bisogna poterlo contattare per eventuali problemi;
  • le indicazioni relative all’età. Se non sono riportate, significa che il giocattolo è adatto a tutte le età. Importante in particolare, se i vostri nipotini sono piccini, verificare che non ci sia il simbolo del “fantasmino”, che indica che il giocattolo non è adatto a bambini di meno di tre anni;
  • oltre a questo, state attenti alle corde o alle stringhe troppo lunghe; alcuni giocattoli, anche per bimbi piccoli (tipo quelli da trascinare) li hanno (e in questo caso… occhio quando li usano!);
  • i giocattoli elettrici con parti che si scaldano non devono essere usati da bambini di meno di 8 anni. In ogni caso, i giocattoli elettrici non devono essere mai alimentati direttamente dalla corrente elettrica ma devono essere muniti di trasformatore e devono riportare sulla confezione un apposito simbolo;
  • nei giocattoli che invece funzionano a batteria per bambini di meno di 3 anni, la batteria non deve essere accessibile (deve potervi accedere solo un adulto);
  • il nostro consiglio è quello di evitare giochi come le frecce e gli archi;
  • i palloncini gonfiabili sono belli, ma devono essere usati sotto il controllo di un adulto (potrebbero provocare soffocamento);
  • attenzione anche ai giocattoli che producono dei suoni: i bambini sono più sensibili degli adulti ai rumori. In ogni caso, ci sono anche qui delle norme che prevedono che il suono non superi una determinata soglia.

Insomma, sembra facile scegliere un giocattolo, invece sono tante le cose da guardare! Ma con un po’ di accortezza, e soprattutto informandosi sempre bene, riusciremo a far felici i nostri nipotini scegliendo (come sempre) il meglio per loro!

loading...

Lascia un commento

*