Noi Nonni

La bolla di sapone

Una poesia di Trilussa da leggere ai bambini.
Trovate qui una versione un po’ rmaneggiata per “italianizzarla” e renderla più comprensibile a tutti; in basso però vi diamo anche la versione originale, in romanesco!

Gli iscritti hanno ricevuto questa poesia in formato PDF, da scaricare e stampare, allegata a una newsletter di noinonni.it. Unendola alle altre, possono così formare il libro delle poesie e delle filastrocche di NoiNonni®.
Per ricevere la newsletter, iscriviti cliccando su questo link: iscriviti-alla-newsletter-di-noinonni/
.
Se vuoi ricevere anche tu questa filastrocca in formato PDF, scrivici a info@noinonni.it: te la invieremo!

La bolla di sapone

Sai che cos’è la bolla di sapone?
L’astuccio trasparente d’un sospiro.
Uscita da una canna vola in giro,
ballonzolando senza direzione,
per farsi dondolare come che sia
dall’aria stessa che la porta via.

Una farfalla bianca, un certo giorno,
nel vedere quella palla cristallina
che rispecchiava come una vetrina
tutte le cose che aveva intorno,
le andò incontro e la chiamò: – Sorella,
fammiti rimirare! Quanto sei bella!

Il cielo, il mare, gli alberi, i fiori
pare che ti accompagnino nel volo:
e mentre rubi, in un momento solo,
tutte le luci e tutti i colori,
ti godi il mondo e te ne vai tranquilla
nel sole che sbrilluccica e sfavilla.

La bolla di sapone le rispose:
– È bello, sì, ma dura troppo poco.
La vita mia, che nasce per un gioco
come la maggior parte de le cose,
sta chiusa in una goccia… Tutto quanto
finisce in una lacrima di pianto.

(adattamento da Trilussa)

 

La Bolla di sapone

Lo sai ched’è la Bolla de Sapone?
l’astuccio trasparente d’un sospiro.
Uscita da la canna vola in giro,
sballottolata senza direzzione,
pe’ fasse cunnalà come se sia
dall’aria stessa che la porta via.

Una farfalla bianca, un certo giorno,
ner vede quela palla cristallina
che rispecchiava come una vetrina
tutta la robba che ciaveva intorno,
j’agnede incontro e la chiamò: – Sorella,
fammete rimirà! Quanto sei bella!

Er celo, er mare, l’arberi, li fiori
pare che t’accompagnino ner volo:
e mentre rubbi, in un momento solo,
tutte le luci e tutti li colori,
te godi er monno e te ne vai tranquilla
ner sole che sbrilluccica e sfavilla.-

La bolla de Sapone je rispose:
– So’ bella, sì, ma duro troppo poco.
La vita mia, che nasce per un gioco
come la maggior parte de le cose,
sta chiusa in una goccia… Tutto quanto
finisce in una lagrima de pianto.

 

loading...

Lascia un commento

*