Favole per bambini – La rapa gigante

Una favola classica raccontata ai bambini. La morale? L’unione fa la forza!

C’erano una volta un vecchietto e una vecchietta che vivevano in campagna, in una bella casetta circondata da un grande orto. Passato l’inverno, un bel mattino di marzo i due vecchietti si alzarono e si accorsero che era attivata la primavera.
– Senti che aria profumata! – disse il vecchietto. – È ora di seminare!
Così andarono nell’orto e seminarono piselli, insalata, carote, patate e fagioli. Alla fine seminarono le rape. Quella sera piovve. Era una pioggia primaverile leggera, che ticchettava sul tetto della casetta con un suono argentino. I due vecchietti si addormentarono sereni: quella pioggia avrebbe aiutato le piantine a crescere in fretta!
E così fu: presto gli ortaggi furono maturi e i due vecchietti raccolsero felici il frutto delle loro fatiche. Raccolsero i piselli, l’insalata, le carote, le patate e i fagioli.

Restavano solo le rape. Un mattino il vecchietto decise che era ora di raccoglierle. Andò nell’orto e le sradicò. Tutte, tranne una: era una rapa davvero grossa, anzi gigante. L’afferrò con entrambe le mani e cominciò a tirare, a dare strattoni, ma la rapa non volle saperne di muoversi.
Allora il vecchietto andò a chiamare la vecchietta.
La vecchietta circondò il marito con le braccia e tutti e due cominciarono a tirare e a dare strattoni, ma la rapa non si mosse di un millimetro. Allora la vecchietta andò a prendere la capretta che allevavano nella stalla.
Il vecchietto, la vecchietta e la capretta si misero a tirare e a dare strattoni, ma ancora la rapa non volle saperne di muoversi. Allora il vecchietto si asciugò la fronte e andò a prendere il cane.
Il vecchietto, la vecchietta, la capretta e il cane si misero a tirare e a dare strattoni, ma ancora la rapa non volle saperne di muoversi.

Allora la vecchietta ebbe un’idea. Andò in casa e mise un pezzetto di formaggio davanti alla tana in cui viveva un topolino. Subito il topolino, affamato, saltò fuori. La vecchietta allora lo convinse ad aiutarli a sradicare la rapa.
Il vecchietto, la vecchietta, la capretta, il cane e il topolino si misero a tirare e a dare strattoni. Tirarono e tirarono con tutte le forze: finalmente la rapa saltò e tutti ruzzolarono ridendo sul prato.
Il topolino, molto fiero di sé, disse: – Vedete? Senza di me non ci sareste riusciti! L’unione fa la forza!
Quella sera il vecchietto e la vecchietta prepararono un grande pentolone di stufato di rapa e tutti mangiarono fino a scoppiare.

 

Gli iscritti hanno ricevuto questa fiaba in formato PDF, da scaricare e stampare, allegata a una newsletter di noinonni.it. Unendola alle altre, possono così formare il libro delle fiabe e delle storie di NoiNonni®.
Per ricevere la newsletter, iscriviti cliccando su questo link: 
iscriviti-alla-newsletter-di-noinonni/
.
Se vuoi ricevere anche tu questa fiaba in formato PDF, scrivici a 
info.noinonni@gmail.com: te la invieremo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.