Vitamina C? Certo, ma… non troppa!

Raffreddore o influenza? Il classico “rimedio della nonna”, in questi casi, è la spremuta di agrumi, ricca di vitamina C. Ma è vero che questa vitamina aiuta a combatterli?  I medici dicono di noi. Questo non significa però che non dobbiamo assumerla. La vitamina C, o acido ascorbico, ha tante altre proprietà, ed è molto importante per la nostra salute!

Ma andiamo per ordine. E diciamo prima di tutto che è una vitamina che il nostro organismo non può produrre, quindi dobbiamo assumerla con l’alimentazione. Quindi largo agli agrumi, ai kiwi, alle mele, ai peperoni, ai broccoli, ai cavoli, alle fragole… Insomma, sono i vegetali i più ricchi di questa vitamina, mentre negli altri alimenti si trova, ma in quantità inferiore, nel fegato e nel latte. Però attenzione: questa vitamina è delicata e nei cibi cotti o conservati la sua quantità è decisamente inferiore.

Ma quali sono le sue proprietà? Rafforza il sistema immunitario (perciò solo in questo senso può essere utile per prevenire raffreddori e influenza), ha una funzione antiossidante e previene l’insorgere dei tumori perché ostacola le sostanze cancerogene (in particolare quelle responsabili del cancro allo stomaco).

Attenzione però: non dobbiamo abusarne! L’accumulo di vitamina C infatti può portare a disturbi anche gravi ai reni (calcoli e accumulo di ferro), allo stomaco (gastriti) e all’apparato digerente (nausea, vomito, diarrea…). Perciò, come sempre, il consiglio è quello di non fare di testa propria e non assumere integratori senza prescrizione, ma di affidarsi sempre al consiglio del proprio medico!

 

Disclaimer  
Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il  parere medico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.