S.O.S. pelle bambini: attenzione a freddo e infezioni

I nonni non perdono mai occasione per dimostrare il loro affetto nei confronti dei nipotini: se ne prendono cura in ogni momento e sfruttano ogni attimo per godere a pieno della loro spensieratezza.
Perciò ogni nonno sa che bisogna sempre avere mille attenzioni e tenere gli occhi ben aperti per loro, perché non si sa mai quando potrebbero avere bisogno del nostro aiuto. Eppure di frequente si tende a sottovalutare problemi che, invece, sono proprio sotto ai nostri occhi, come i disturbi della pelle e del freddo.

Poco conosciuto ma molto fastidioso: il mollusco

Fra i disturbi cutanei che spesso colpiscono i piccoli troviamo il mollusco contagioso, un’infezione che tanti nonni nemmeno conoscono, ma anche una delle più fastidiose in assoluto per il benessere dei bambini.
Anche i genitori più attenti spesso non riescono a cogliere i sintomi di questa patologia, ed è per questa ragione che conviene approfondirla. Il mollusco deve il suo nome alla comparsa di piccole papule di forma rotonda, che inizialmente possono avere un diametro di pochi millimetri, ma che tendono a crescere nel tempo. In cima a queste lesioni papulose si trova una fossetta, mentre la papula è ripiena di liquido che, se fuoriesce, può andare a contagiare le aree della pelle sane con cui entra in contatto.
Quest’infezione è dovuta a un virus noto come Poxvirus, che per essere contrastato efficacemente richiede un trattamento topico specifico e spesso anche una visita di un bravo dermatologo. Inoltre è importante approfondire la conoscenza di questa patologia informandosi e magari leggendo alcune guide online sui molluschi della pelle, per cominciare a capire di cosa si parla.
Di solito il mollusco passa, ma spesso può impiegare anche molto tempo, quindi è meglio optare per terapie di tipo farmacologico e prodotti a uso topico specifici.

Non solo infezioni: allerta freddo per i bimbi

Un nonno sa bene che, oltre alle infezioni, anche le temperature rigide possono rappresentare un vero problema per i nipotini. Il  freddo è infatti uno dei fattori che possono causare problemi alla pelle dei piccoli, che col freddo tende a diventare secca ed esposta al pericolo di irritazioni, prurito o addirittura, nei casi più gravi, lesioni.
Un’eccessiva esposizione al freddo può addirittura favorire la formazione di eczemi, altra fastidiosa malattia della pelle. L’uso di creme contro il freddo dovrebbe dunque rappresentare una routine, insieme agli stick per la protezione delle labbra e alla grande attenzione agli sbalzi di temperatura. Infine, meglio evitare i bagnetti con acqua troppo calda e con saponi che producono schiuma e contenenti essenze profumate.

Il consiglio fondamentale per ogni nonno che vuole tenere al sicuro il suo nipotino da infezioni cutanee e agenti atmosferici esterni è, quindi, quello di stare sempre molto attenti per cogliere da subito i primi sintomi di un possibile problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *