Un giorno, all’improvviso

edward-hopper-morning-sunUna poesia che parla al cuore e in cui sicuramente ci ritroveremo in tanti. Una poesia scritta da una poetessa sensibilissima, Carolina Turroni, che riesce a trovare parole capaci di toccare nel profondo e di portare alla luce quello che ognuno di noi sa e sente: quanto dei nostri genitori vive in noi, e come affiorino i ricordi, e ci avvolgano, nei momenti più inaspettati.
Una poesia dedicata a tutte le le mamme, ma anche ai nostri figli, nella speranza che anche noi, un giorno, continueremo a vivere in loro.

Un giorno, all’improvviso

Un giorno, all’improvviso

mentre ti starai pettinando in silenzio,

o mentre ti infilerai una calza
,

ti verrà in mente un mio gesto

e ti ritroverai a sorridere pensandomi.

Un giorno, all’improvviso

pedalando veloce sotto le prime gocce

di una calda pioggia di settembre,

sentirai un odore arrivarti al naso

e risvegliare un ricordo di mestoli e tegami

e mi vedrai davanti al fuoco, per un attimo.

Un giorno, all’improvviso

farai qualcosa che facevo anch’io

proprio allo stesso modo in cui la facevo io

e te ne meraviglierai moltissimo

perché non avresti mai pensato

di potermi somigliare così tanto.

Un giorno, all’improvviso

ti guarderai il dorso delle mani

e con il pollice e l’indice

ti pizzicherai la pelle, sollevandola,

e conterai il tempo che impiega a stendersi

pensando a quando lo facevi alle mie mani.

Un giorno, all’improvviso

ti ritroverai, stanca, ad abbracciare un figlio,

mi chiederai scusa per le volte che ho pianto

sapendo già che ti sono state tutte perdonate.

E ti mancherò da fare male

Ma sarò con te in ogni gesto

o nel muoversi delle foglie,

nel frusciare di un gatto nel giardino

o nelle orme di un pettirosso sulla neve,

come solo l’eterna presenza di una madre lo può.

Carolina Turroni

 

5 commenti su “Un giorno, all’improvviso

  1. L’amore di una mamma è infinito ed eterno, peccato che nel momento stesso in cui ti accorgerai di quanto importante fosse la mamma, non sara’ possibile dirle quell’ “Avevi ragione tu 1000 volte” , perché non ci sarà più. Almeno a me è successo questo, ed è vero, mi ritrovo a fare le cose che lei faceva. A volte un profumo, un gesto te la riportano prepotentemente alla mente e ti verrà una nostalgia infinita. Ma sono sicura che è sempre vicina a me e mi guida nella vita. Anche se ora sono anche io nonna. UNA PAROLA DOLCISSIMA “MAMMA”.

  2. Stupenda poesia, penso di dedicarla a mia figlia e alla mia nipotina. Mi ci ritrvo io stessa, spesso rivedendo in me la mia adoratissima mamma!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *