In vacanza con nonno e nipoti

nonna-nipoti-spiaggiaSushytskyi-Serhii-_-DreamstimeIl racconto di una nonna appena tornata dalle vacanze con due nipotini, la loro mamma e il marito.

In vacanza con i nipoti? Bello, ma… qualche volta è come essere tra due fuochi! Ecco la mia esperienza di una settimana di vacanza con due nipotini, la loro mamma e… il marito.
Ebbene, com’è andata, mi chiederete voi? Primi giorni perfetti: la gioia di stare insieme ai bimbi, l’entusiasmo di andare in spiaggia con loro, le sorpresa della loro quotidianità con le tante cose buffe che fanno e che dicono (una per tutti: “Guardate bimbi che luna!” “Allucinante!” – quando le associazioni sonore tendono dei tranelli!).

Una vacanza diversa dal solito

Passati alcuni giorni di entusiasmo, ecco il “problema nonno”. Che sì, ha alcune attenuanti più che valide: è vero che ha pochi giorni di ferie e che quest’anno sono passati così, senza un reale riposo. È vero che la nostra casa è francamente piccola, perfetta per due persone, un po’ stretta per cinque tra cui tre adulti. Ed è anche vero che i bambini sono arrivati da un altro periodo di vacanza con i genitori in cui avevano “sballato” tutti gli orari, per cui la sera non c’era verso di metterli a letto prima delle 11 (quando andava bene).

Ritmi completamente cambiati

Ma è vero anche che, con i bambini, bisognava mettere in conto che sarebbe stato impossibile mantenere i ritmi della nostra vacanza a due, da coppia ormai un po’ avanti negli anni e con i figli fuori dal nido già da un bel po’. Quindi niente passeggiatina la mattina per prendere il giornale con sosta al bar per cominciare a sfogliarlo davanti a un buon caffè; niente lunga camminata verso sera sul lungomare, perché con i bambini al seguito era impossibile (e con i passeggini anche!); niente cenette nel ristorantino sul mare (ce ne concedevamo qualcuna, gli anni passati) perché… abbiamo provato ad andare con i bambini, ma tra il fatto che mangiano poco e che, tolta la prima fame, cominciano a scorrazzare qua e là, diventava difficile.

Una mediazione faticosa

Insomma, una vacanza diversa da quella degli anni passati. E quindi, al di là della gioia quotidiana, il nonno dopo un po’ ha cominciato, discretamente, a protestare.
In mezzo ai due fuochi la nonna, che cercava di mediare tra le diverse situazioni, fornendo tutto l’apporto necessario ai bambini e cercando di goderseli il più possibile, ma anche barcamenandosi per ritagliare nella giornata qualche momento da dedicare al nonno, per fare con lui almeno alcune delle cose che per noi, prima, “facevano vacanza”.
Il risultato? Mugugni passati, ma… che fatica!

 

1 commento su “In vacanza con nonno e nipoti

  1. Carissima, hai tutta la mia comprensione. Noi donne mature siamo sempre tra due fuochi, nonno e nipoti, genitori da assistere e figli sposati, nuore o generi supponenti e nonni accomodanti. E siamo sempre quelle della nostra generazione a dover essere le più sagge e cercare una sana mediazione senza arrivare al conflitto, che penalizzerebbe i meravigliosi rapporti con i nipoti. Per i nonni le ore trascorse con i nipoti sono quelle più belle e spensierate perché ci fanno sentire più giovani e utili, ma con il passare degli anni non bisogna esagerare: quando la stanchezza comincia a farsi sentire e diminuire i tempi. Quindi una settimana dieci giorni si può, ma poi a ognuno i suoi tempi. VIVA I NONNI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.