Nonni e nipoti: giocare in casa

Quali sono i giochi preferiti da noi nonni? Beh, ammettiamolo: certamente quelli in casa! Non solo perché sono in genere più “tranquilli” (per quanto ci piaccia muoverci, non abbiamo certo l’elasticità e la resistenza dei bambini: beati loro!), ma perché ci permettono spesso un rapporto più diretto con i nipotini, sono meno dispersivi.
Al parco giochi, si sa, corrono, saltano, si divertono, incontrano gli amici… pensano poco ai nonni, a cui ricorrono solo in caso di problemi. In casa invece sono solo “nostri” e, per quanto faticoso sia, ce li godiamo di più!
In casa possiamo fare un’infinità di giochi, con uno o due nipotini, oppure in gruppo, organizzandoli in occasione delle feste dei bambini se ci capita di dover dare una mano nella preparazione (come spesso succede!), o anche quando abbiamo da noi nipotini di età diverse.

Preparare la casa

Che si sia “a tu per tu” con un nipotino o alle prese con un gruppetto di bambini, per molti dei giochi da fare in casa è bene prepararci con un po’ di anticipo. In che modo? Per esempio, sgombrando il più possibile la zona dove giocare e soprattutto togliendo dalla portata dei bambini tutti quegli oggetti che non solo sarebbero un ostacolo pericoloso nel caso di giochi in cui si muovono, ma che ci spiacerebbe se andassero in frantumi. Il soprammobile che viene dalla casa della nostra mamma, la cornice con il ritratto del nonno, il vaso che abbiamo comprato nel viaggio a Venezia… meglio toglierli dalla portata dei nipotini, se ci teniamo!
Attenzione in particolare ai tappeti, micidiali se i bambini corrono e si scatenano un po’ (ma rischiosi anche per noi!).

Inoltre, nel caso di giochi con più di un bambino (feste di compleanno, ma anche semplicemente diversi nipoti in visita) è bene preparare in anticipo qualcosa per la merenda o uno spuntino, in modo da non doverci assentare sul più bello, e soprattutto un angolo in cui mettere tutto ciò che occorre per farla.

Il nostro consiglio? Ricordate che la musica è sempre un’ottima alleata, sia come elemento necessario per alcuni giochi, sia come sottofondo piacevole mentre si gioca (ma scegliete allora brani molto dolci e tranquilli!). E poi, armiamoci di pazienza e soprattutto disponiamoci a tornare bambini anche noi, divertendoci insieme a loro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.