Nonne e mamme: gli errori da evitare durante l’attesa

nonna-mamma-incinta
© Nyul | Dreamstime.com

Quante emozioni nuove si accavallano e ci scuotono, quando ci viene fatto l’annuncio che diventeremo nonni! Ci aspetta un’esperienza entusiasmante, a cui prepararci anche noi piano piano!
Sì, perché anche per noi i mesi dell’attesa sono splendidi, soprattutto se riusciamo a creare un clima di nuova complicità e di intesa con i futuri genitori. Però, anche in questo caso, meglio andare con i piedi di piombo, e stare ben attenti a non fare passi falsi, per evitare di incrinare fin da subito un rapporto che può e deve invece essere rinforzato da questa straordinaria nuova fase della vita che si apre per tutta la famiglia.

Ecco quindi, secondo alcune nonne che ci sono passate, i passi falsi da evitare, e che sono relativi soprattutto alla futura mamma (sì, lo so che è un’ottica un po’ “femminile”, ma è vero che la grande protagonista di gravidanza e nascita è lei!).

  • Prima di tutto, evitiamo di farla sentire solo un “contenitore”. Un errore che, diciamocelo francamente, facciamo soprattutto nei confronti delle nuore, perché il nostro coinvolgimento emotivo con le figlie è comunque sempre “da mamma”, quindi sotto sotto siamo anche un po’ preoccupate degli eventuali rischi che la gravidanza comporta.
    Ma insomma, in ogni caso: una futura mamma è una donna, ha i suoi interessi, il suo lavoro, le cose che l’appassionano e quelle che detesta, e forse non apprezza che si cominci improvvisamente a parlare solo di bambini e dintorni. Magari lo fa con le sue amiche, quelle già mamme o quelle con cui condivide l’esperienza dell’attesa (in genere le future mamme si incontrano ai corsi pre-parto, che sono una splendida esperienza di condivisione), ma quando sta con noi evitiamo di assillarla con tutti i ricordi dell’infanzia di tutti i membri della famiglia, o con le nostre aspettative sul nipotino.
  • Secondo punto, correlato al primo: evitiamo di “misurarle la pancia”. Certo, le mamme in genere sono felici di esibire la maternità, però non possiamo negare che il pancione ha i suoi inconvenienti. Quindi, non pretendiamo che nostra figlia o nostra nuora sia felice se è gonfia come un pallone e viceversa, nei primi mesi della gravidanza, evitiamo di stare sempre a controllare se “cresce” e se “si vede”.
  • Non assilliamo i futuri genitori con le tante cose che dovrebbero secondo noi preparare e sulle quali sono in ritardo. E poi: la cameretta che stanno preparando non ci piace? Pensiamo che l’armadio che hanno comprato sia carino ma troppo piccolo e che dovranno cambiarlo nel giro di poco? Stanno comprando tante cose inutili e che useranno pochissimo? Zitti! Certo, noi faremmo cose diverse, guidati dalla nostra esperienza (e dall’età, che conta, eccome!), ma ora la scena è loro e hanno il diritto di fare le scelte che preferiscono.
  • Stesso discorso per gli altri aspetti dell’organizzazione familiare. È vero, spesso le future mamme sembrano non avere la minima idea concreta di quello che succederà, e abbiamo quasi l’impressione che si aspettino di “giocare con le bambole”. Ma non era così anche per noi? Io mi ricordo benissimo che, quando aspettavo la mia prima figlia, immaginavo una realtà rosea e idilliaca senza gli strilli, senza i problemi del latte che c’è/non c’è, senza le notti in bianco, la difficoltà a muoversi e a uscire anche solo per prendere il pane, senza l’ansia di quando era malata… Quindi, rassegniamoci: è così anche per loro e… impareranno anche loro!
  • Infine, regola generale: evitiamo di dare consigli non richiesti. E soprattutto evitiamo di dare consigli diretti, che imbarazzano loro (costretti a dire esplicitamente che non intendono seguirli) e noi. D’altra parte, molte cose sono cambiate dai nostri tempi… e ognuno ha il diritto di fare gli errori che vuole!

Trovi altri articoli su questo tema anche al seguente link:
Quando tua figlia aspetta un bebè…
Arriva un nipotino: la gioia dell’annuncio
Diventare nonni: gioia e… un po’ di malinconia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *