Regali e… diplomazia!

Eccoci ad affrontare un problema spinoso. Sì, proprio così: scegliere un regalo per i nipotini può talvolta diventare un terreno di scontro sul quale si confrontano le diverse idee educative di nonni e genitori, con il risultato, in alcuni casi, di rendere difficile anche un momento di pura gioia come una festa.
Non credete che sia possibile? Beh, io ho sentito più volte giovani amiche mamme protestare più o meno apertamente per le scelte dei giocattoli fatte dai nonni (più spesso, a essere onesta, dalle suocere…) senza consultarle. Sì, perché ci sono le mamme ecologiche, quelle che vogliono solo giochi di legno e di materiali atossici; quelle che vogliono solo giochi educativi, e guai arrivare con una Barbie; quelle che vogliono solo regali utili…

Il problema naturalmente si pone di meno quando i nipotini sono già grandicelli ed esprimono chiaramente i loro desiderata. In questo caso, i nonni hanno un alibi più che valido per assecondarli e “dar loro dei vizi”, come dicono molti genitori. Anche se comunque è bene, anche a quest’età, non contraddire le scelte educative di fondo dei genitori: per esempio, non mettiamo sotto l’albero di Natale un videogioco sparatutto se i genitori lo proibiscono…
Quando i bambini sono piccoli, il problema è più delicato: si tratta di scegliere un regalo che faccia felici loro… e i loro genitori! Anche in questo caso, un “consulto” familiare è consigliabile, anche per evitare doppioni che, sotto l’albero di Natale, diventano per i bambini cocenti disillusioni.

Nella scelta del regalo, è bene che nonni e genitori si vengano un po’ incontro, parlando con serenità e, se possibile, con un sorriso in modo da non creare problemi là dove non devono essercene. E in generale, è vero che alcune feste (per esempio, il Natale) sono diventate troppo consumistiche… ma insomma, sono feste, e vanno vissute con allegria. Quindi, va bene il regalo utile, ma i bambini si aspettano dei giocattoli, quindi non deludiamoli!

Detto questo, ricordiamoci che i “grandi classici” sono sempre i più gettonati e i più apprezzati dai bambini: peluche, bambole, costruzioni, macchinine… Sono i giocattoli con cui davvero possono giocare per ore, sbrigliando  la loro fantasia. Non occorrono mille pacchetti sotto l’albero, né regali supercostosi: quindi, non fatevi troppo influenzare dalla pubblicità. I giocattoli migliori sono infatti quelli che stimolano la creatività dei bambini, ma senza essere apertamente “didattici”, perché potrebbero “sapere di scuola”, con il risultato che i nostri nipotini  storcano il muso e non provino neanche a prenderli in mano (anche se sono divertentissimi!).
Sono perfetti anche i giochi in scatola, da fare insieme (con i genitori, i nonni, i fratelli, gli amici…), per creare momenti di condivisione e di complicità. E poi, i libri, che sono davvero una finestra aperta sul mondo, capaci di farli volare sulle ali dell’emozione e della fantasia.
Ma non dimenticate che il regalo più gradito dai bambini è quello che può condividere con le persone che ama: giocare con lui e regalargli il vostro tempo è davvero il più bel regalo che possiate fargli!

Trovi un altro articolo su questo tema anche al seguente link: Risponde lo psicologo: scegliere i regali.

Trovi un articolo sulla sicurezza dei giocatoli a questo link: Scegliamo giocattoli sicuri!

 

5 commenti su “Regali e… diplomazia!

  1. sono daccordo difficile scegliere i regali ….specie x i bambini. Il mio nipotino è ancora molto piccolo, ha solo un anno. Io, d’accordo con la mamma (figlia) avrei deciso x il cavallo rodeo, anche se secondo mè un po’ caro. Quest’anno va così, poi sicuramente giochi istruttivi, libri, costruzioni, puzzle. Di nuovo complimenti per il sito molto interessante….. saluti

  2. Purtroppo i miei suoceri hanno un’ usanza piuttosto antipatica e cioè quella di fare regali al nipote senza minimamente consultare i genitori (noi). In pratica si presentano ad ogni festa con un pacco di cui ignoriamo il contenuto. La cosa è giusta nei confronti del nipotino (che ovviamente deve ricevere una sorpresa), ma non è giusto nei confronti di noi genitori/educatori. A volte hanno regalato giochi non adatti alla sua età, oppure hanno regalato un doppione, oppure più semplicemente avrebbero potuto regalare qualcosa che avrebbe fatto più piacere al nipotino e spendendo meno(se solo ce lo avessero chiesto, lo avremmo detto lor….), ecc… Insomma si ostinano in questa pratica pensando di dover fare una sorpresa anche ai genitori, mentre invece potrebbero comunicare di più con noi per il bene del nipote.

    1. Ho sentito anche altri genitori lamentarsi di cose dello stesso genere. E anch’io, da mamma 8cioè quando le mie figlie erano piccole… perché non si smette mai di essere mamma) ricordo episodi analoghi (in particolare dei vestitini elegantissimi che non erano neanche appezzati dalle mie bambine, sempre un po’ “maschiacci”, e che venivano usati poi quasi solo per andare a trovare i nonni… finché non passavano di misura). Magari potete provare a parlarne, senza polemica ma sotto forma di suggerimenti. E magari puoi consigliare ai tuoi suoceri di leggere il nostro articolo! Mi sembra difficile proporre altre soluzioni. Se non funziona, meglio rassegnarsi che far scoppiare una guerra per questo,che ne dici?

  3. Leggo sempre i vostri articoli e vi ringrazio per i preziosi consigli. Sono una nonna paterna di due nipotine ormai grandicelle 13 e 6 anni, per cui il problema dei regali è risolto, ormai scelgono loro. Voglio però dire la mia su questa dipendenza eccessiva dalla volontà delle mamme che non lasciano alcuna libertà e pretendono di decidere ogni cosa. Trovo che tutto ciò sia dettata da mancanza di educazione, riguardo e rispetto,tutte cose che una volta esistevano e oggi non sono più di moda. È chiaro che noi nonni ci adeguiamo per quieto vivere ma mi chiedo se non sia il caso di far notare tutto ciò e iniziare qualche campagna di stampa. In fondo non casca il mondo se i bimbi indossano un vestitino diverso o mangiano un cibo diverso dal solito. Abituarsi alla diversità sin da piccoli è utile ed educativo. Mi farebbe piacere leggere il vostro parere. Buon Natale a tutti i nonni

    1. Gentile Annamaria,
      la ringrazio per averci scritto e per i complimenti che fa al sito. Ci fanno davvero molto piacere!
      Quanto alla sua considerazione, anch’io la penso un po’ come lei: va bene accontentare le mamme, ma bisognerebbe anche venirsi un po’ incontro, conciliando le opinioni e le esigenze di tutti. Purtroppo non sempre è possibile…
      Colgo l’occasione per fare a lei e alla sua famiglia tanti cari auguri di buone feste
      Annalisa Pomilio
      noinonni.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *