Noi Nonni

L’attesa… dalla parte delle nonne: il corredino

L’attesa di un nipotino vuol dire anche, soprattutto per le mamme e le nonne, preparazione del corredino.
Nonne, però… andiamoci con i piedi di piombo! Sì, perché tante cose sono cambiate dai nostri tempi, e i camicini di lino ricamati, i ciripà, il vestitino per il battesimo che hanno indossato i nostri figli (e forse anche noi o perfino i nostri nonni)… meglio lasciarli nel cassetto dove li avevamo riposti.

Passi, se nella vostra famiglia c’è questa tradizione, per il “camicino della fortuna”: il camicino di lino sottilissimo da far indossare al bimbo appena nato. E passi anche per l’abito del battesimo, ammesso che i genitori siano d’accordo e che sia della misura giusta: una volta, i bambini venivano battezzati appena nati; oggi la tendenza è quella di spostare la cerimonia più avanti.
Da lì in poi, prima di lanciarsi a riesumare vecchi ricordi o ad acquistare nuovi oggetti, meglio sentire le mamme e attenersi ai loro desideri.

Non comprare troppo

In generale, è meglio evitare di comprare troppe cose prima della nascita: ci sono bimbi mingherlini per i quali è necessaria la misura 0, e ci sono bimbi che quando nascono sono già “grandi”, e per loro le tutine per il primo mese sono troppo piccole. E non serve prendere capi di una misura maggiore: al massimo una misura in più, altrimenti il rischio è di non riuscire a utilizzarli.
Ricordiamoci che il bambino deve stare comodo, e non essere elegante; quindi, se proprio ci tenete, va bene una tutina un po’ più elaborata per il suo “ingresso in società” e la presentazione a parenti e amici “di riguardo”, ma poi basta.
E poi, teniamo presente che il bambino cresce molto in fretta: compriamo quindi quello che potrà affettivamente usare… e prepariamoci a sostituire presto le prime tutine con altre di misura maggiore.

Non solo abbigliamento…

Ma oltre alle tutine e all’abbigliamento, corredino vuol dire anche culla, carrozzino, seggiolino per automobile, fasciatoio, seggiolone… insomma, i tanti oggetti necessari quando arriva un bambino e che, quasti sì, rispetto ai nostir tempi sono perfino aumentati!
Per tradizione, questi regali “importanti” sono “riservati” (almeno in parte) ai nonni, che così possono dare anche un aiuto economico ai futuri genitori, che con l’arrivo del bimbo si trovano a dover affrontare molte spese.
Anche in questo caso, però, non facciamo di testa nostra. In commercio ci sono tanti di quei modelli, e con caratteristiche, anche tecniche, così diverse, che per noi sarebbe difficile orientarci, mentre i futuri genitori sono in genere molto informati.
Questo non significa che dobbiamo rinunciare al piacere di scegliere in prima persona qualcosa per il nostro nipotino; chiediamo piuttosto di andare a fare shopping per il pupo insieme a loro, in modo da poter vedere i diversi modelli, i colori e le caratteristiche, e dire la nostra… con discrezione!

Le cose necessarie

Ecco un piccolo elenco delle cose necessarie.
Ricordate che oggi si evita la lana a contatto della pelle (può causare irritazioni o allergie), e che gli indumenti che vanno a contatto con la pelle – body, tutine… – non vanno lavati con i detersivi tradizionali né trattati con ammorbidenti.

  • Body di cotone; cotone pesante con la manica lunga in inverno; cotone leggero, con la manica corta o senza manica, in estate.
  • Tutine di ciniglia, cotone pesante o cotone leggero, a seconda della stagione. Meglio le tutine che si aprono per tutta la lunghezza della gamba, così non bisogna spogliare tutto il bambino per cambiare il pannolino.
  • Felpe e golfini, tutti aperti davanti. Questo è il regno delle nonne che sanno lavorare a maglia!
  • In inverno, tuta imbottita da esterno; per i neonati, meglio scegliere quelle tipo sacco a pelo, cioè senza gambe, più comode da indossare. Inoltre occorrono berretti e manopole per le manine.
  • Calzine di cotone o di cotone caldo, a seconda della stagione. Vanno benissimo anche le classiche scarpine di lana ai ferri, un altro classico delle nonne, da indossare sopra le calzine, in inverno.
  • Bavaglini, da comprare in abbondanza, in modo da poterli sostituire in caso di rigurgito.
  • Naturalmente, una copertina, di lana o di cotone a seconda della stagione. E qui, largo alle none che amano sferruzzare!
loading...

Lascia un commento

*