Noi Nonni

Il circo alla Rocca di Angera

Conoscete da Rocca di Angera (VA)? Se non la conoscete ancora… è ora di andare a visitarla! Una rocca bellissima che domina il Lago Maggiore, e che ospita anche uno straordinario Museo del giocattolo. La meta perfetta per una gita con i bambini! [Continua]

loading...

Birdwatching alla Salina dei Monaci, nel Salento

fenicotteri-salina-die-monaciNipotini che amano la natura e sono piccoli naturalisti in erba, magari appassionati anche di animali? E nonni che, come me, amano le lunghe passeggiate nel verde? Allora, se siete pugliesi, ecco la meta che fa per voi: la Salina dei Monaci a Manduria, in provincia di Taranto, in Salento. [Continua]

loading...

In visita al Museo storico delle campane di Agnone

L’idea per una visita a un museo insolito che pacerà anche ai bambini: quello delle campane di Agnone (Isernia), in Molise.

Anche se talvolta ci siamo tanto abituati che non lo percepiamo più, il suono delle campane ci accompagna tutta la vita e, almeno per quelli di noi che non abitano nelle grandi città, scandisce i momenti principali della nostra giornata. [Continua]

loading...

Una giornata alla Reggia di Venaria

Reggia-di-Venaria-peschiera-del-Parco-Basso

Una veduta esterna della Reggia

Una gita affascinante per tutta la famiglia (anche per i nonni e i bambini): quella alla Reggia di Venaria, alle porte di Torino.

Quante volte abbiamo raccontato ai nostri nipotini le belle fiabe di un tempo, quelle di cui sono protagonisti re e regine, principi e principesse? Sicuramente tantissime! [Continua]

loading...

“Corporea” alla Città della Scienza di Napoli

Immaginate di poter scorrere all’interno di un’arteria; di poter ascoltare i suoni prodotti dal nostro corpo mentre digeriamo; di poter giocare a un videogame il cui scopo è quello di debellare agenti patogeni e microbi, come fa il nostro sistema immunitario… Sono solo alcune delle esperienze che è possibile fare a Corporea, la mostra permanente allestita alla Città della Scienza, a Napoli, la prima interattiva d’Italia sul corpo umano, la prevenzione e la salute. [Continua]

loading...

A Pont-Saint-Martin, in Valle d’Aosta, uno storico Carnevale

www.carnevalepsm.it

www.carnevalepsm.it

Tutto ruota intorno a un ponte, a Pont-Saint-Martin, a cominciare dal nome di questo caratteristico paese all’imbocco della Valle d’Aosta.
Un ponte importante, posto a cavallo del torrente Lys e punto di passaggio obbligato, fin dall’epoca dei Romani, per quanti erano diretti nelle Gallie (l’attuale Francia). [Continua]

loading...

Alla scoperta delle maschere di Mamoiada

Il Carnevale di Mamoiada è un rito antico, lontano dalla chiassosità sfrenata che in genere associamo a questa festa, e che affonda le radici nei riti e nei ritmi del mondo contadino. [Continua]

loading...

La storia delle ferrovie nel Museo di Pietrarsa

museo-di-pietrarsa-esterno

L’esterno del Museo ferroviario di Pietrarsa

Davanti il mare, quel Golfo di Napoli così bello di un azzurro così intenso. Alle spalle, il Vesuvio. A destra, Napoli. È qui, nel comune di Portici, in questa splendida cornice naturale, che si trova uno dei museo più straordinari d’Italia, il Museo ferroviario di Pietrarsa.
Una collocazione certo non casuale: il museo infatti è stato allestito nei padiglioni dove sorgeva il Real Opificio Pirotecnico di Pietrarsa, il primo nucleo industriale del nostro paese. [Continua]

loading...

Le sfilate dei carri del Carnevale di Viareggio

Un Carnevale che ha quasi 150 anni, ma che… non li dimostra certo! Stiamo parlando del Carnevale di Viareggio (Lucca) e delle sue ormai famosissime sfilate di carri. Un Carnevale frizzante e scatenato nato nel 1873 e che da allora è cresciuto di anno in anno in partecipazione e popolarità. [Continua]

loading...

Acireale, il Carnevale più famoso della Sicilia

In origine ad Acireale (Catania) il Carnevale non era festeggiato con sfilate di carri, ma con vere e proprie battaglie e base di uova marce e degli agrumi di cui è ricca la Sicilia. Ma già all’inizio del Seicento quest’usanza venne proibita, perché provocava feriti e danni.
Certo però non si smise di festeggiare il Carnevale; si trovarono dei modi più gentili per farlo. [Continua]

loading...