Noi Nonni

Dove andare in gita con tutta la famiglia

Scopri le mete per gite, viaggi e visite in questa regione oppure selezionane un'altra dalla mappa qui sotto.

In Val Pusteria, sul sentiero delle fiabe

A Sesto, in Val Pusteria, nella magica cornice delle Dolomiti, c’è un sentiero fatto apposta per i bambini: è il sentiero delle fiabe. Leggete qui…

Siete degli appassionati della montagna, ma vi accorgete che non è sempre facile convincere i bambini a seguirvi nelle vostre passeggiate nei boschi? Beh, un trucco c’è, ed è quello di approfittare della camminata per raccontare e raccontare…
Certo, possiamo raccontare le fiabe che conosciamo, oppure inventarne di nuove. Ma se andiamo in Val Pusteria, c’è un percorso che è fatto apposta per noi, per i nonni con i nipotini: il Sentiero delle fiabe di Sesto, in direzione Monte Elmo.

Un sentiero con tanta magia

Il sentiero delle fiabe si innesta su quello “di meditazione”, che parte dal centro di Sesto e segue il ruscello con il suo fresco mormorio fino alla cappella del bosco, una minuscola costruzione eretta dagli abitanti del luogo dopo la Prima guerra mondiale, in cui il paese era stato distrutto (una memoria dolorosa e ancora ben viva negli abitanti del paese!).

Basta inoltrarsi su questo sentiero per trovarsi immersi in un’atmosfera magica e trovare mille spunti per raccontare fiabe meravigliose, che ruotano intorno alle tante sculture evocative realizzate dalla gente del luogo semplicemente lasciandosi ispirare dalle forme insolite e fantasiose dei tronchi del bosco.

Noi nonni possiamo inventare le “nostre” fiabe, oppure leggere (ricamandoci un po’ su) le leggende della Val Pusteria scritte sui cartelli posti accanto alle sculture. E vedrete che di fiaba in fiaba, di scultura in scultura… il tempo passa in fretta e i bambini camminano!

Se volete fare meno fatica, potete percorrere il sentiero al contrario, a partire dalla stazione della funivia del Monte Elmo e scendendo a valle. Certo, così i 700 metri di dislivello si sentono meno, il tempo di percorrenza diminuisce e… anche i bambini un po’ pigri non si accorgeranno della fatica!

loading...

Lascia un commento

*