Noi Nonni

Alla scoperta dell’autunno con i bambini

mamma-bambina-zaino-escursione-bosco-mangroove-_-dreamstimeI boschi con il loro fogliame dorato; i sentieri che passano a mezza costa, affacciandosi sul mare; quelli che costeggiano gli argini dei fiumi o dei canali… Le escursioni nella natura, in autunno, sono meravigliose. E in quelle giornate limpide che anche i mesi più freddi sanno regalarci, e che accendono il paesaggio con bagliori e giochi di luce, diventano magiche.

Una giornata all’aperto

Quindi zaino in spalla, e via: che cosa c’è di più bello di concedersi una giornata (o a che solo qualche ora) all’aria aperta, a contatto con la natura? Un’esperienza bellissima da fare tutta la famiglia insieme, anche con i bambini: condividere il fascino del bosco, osservare con loro un particolare che ci ha colpiti, avere il privilegio di guardare le cose con i loro occhi, fermarci ad assaporare uno scorcio di paesaggio sentendo nella mano la loro manina tiepida… E poi, un’escursione nel verde ha anche un’altra magia: passo dopo passo… si parla! Vedrete che anche il bambino più chiuso si troverà a raccontare qualche episodio, qualche esperienza della sua vita che, magari, in un pomeriggio in casa davanti alla tv non sarebbe mai venuto fuori.

I bambini? Nello zaino!

Ma… e se i bambini sono troppo piccoli per passeggiare? No, non è necessario rinunciare e aspettare che diventino abbastanza grandi per seguirci! Possiamo portarli con noi fin da subito, e senza fare particolari “rinunce” sul percorso. Basta attrezzarsi con uno zaino giusto, di quelli speciali per trasportare i bambini sul dorso: loro stanno comodi, come su un seggiolino dal quale possono guardarsi intorno, e noi riusciamo a portarli senza avere le mani ingombre da scomodi passeggini, e distribuendo bene il peso sulle spalle.
In commercio esistono molti modelli di zaini, con caratteristiche leggermente diverse, tra cui scegliere in base alle proprie esigenze. E potete comprarli anche online; per esempio, a questo link trovate una vasta scelta di modelli: www.addnature.it

Quale zaino?

Ma quali sono le caratteristiche a cui stare attenti nella scelta? Ecco i nostri consigli: è molto utile la presenza di una cintura in vita regolabile in modo facile e veloce; indispensabili tasche varie in cui riporre anche gli oggetti che bisogna portare con sé, e meglio averne alcune con zip per gli oggetti più delicati; se poi anche la cintura è fornita di tasche in cui mettere le cose che bisogna avere a portata di mano, è il massimo!
Gli spallacci devono essere robusti e regolabili, naturalmente, ma anche imbottiti, per evitare il fastidioso effetto sega-spalle; lo zaino deve essere ben stabile, in modo che quando lo si poggia a terra non il bimbo non rischi di cadere; il sedile deve essere regolabile e ci deve essere il poggiapiedi, che garantisce il conforto del bimbo; il tessuto deve essere leggero ma anche traspirante.
Da non sottovalutare un altro accessorio: il parasole/parapioggia, davvero utile.
E poi, non meno importante: da vuoto, deve essere il più leggero possibile, per evitare che alla fine, con il pupo, diventi un carico eccessivo.

E ora, buona escursione!

 

loading...

Lascia un commento

*